mercoledì 24 febbraio 2016

In fondo al mar

Terminati anche Schnörkel the Avenger & Irsala, due MVP di Dreadball che ricordano animali degli abissi marini.
In queste foto Schnörkel è appoggiato con della pasta pane ad una basetta provvisoria perché è un altro di quei modelli Mantic che non sta in piedi da solo... la sotto base tonda non è sufficiente come baricentro basso.
Comunque sia li ho dipinti insieme anche perché sono estremamente semplici, togli a Schnörkel l'armatura e a Irsala il guanto e avrai due bestioline nude...
Per questo motivo ho sfruttato Schnörkel come prova del nove per l'armatura bianca (pienamente soddisfatto) mentre Irsala l'ho dipinta prendendo spunto dalle balene spaziali che ho visto nell'ultima serie di Star Wars Rebels.
Inoltre sto prendendo un po' le misure con questo smartphone, e quindi anche qui posso dirmi soddisfatto!
Mi sta venendo la voglia di tirare insieme una banda di figli di Dagon... Non so come mai!
Prossimo progetto una semplice modifica dell'antico di ferro di Dreadball. Questo modello che praticamente rappresenta il dreadnought dei nani sci-fi della Mantic incontrerà per caso qualche arma avanzatami dai vari veicoli della GW...


domenica 21 febbraio 2016

Assalto al re elfo

Prima giornata della campagna interna di Kings of war della mia associazione. 1000 punti senza oggetti magici o alleati, io schiero i miei non morti:
  • 2 orde di scheletri lancieri con ratti non morti (2*175+10 pt)
  • orda di revenant con ratti non morti (200+10 pt)
  • reggimento di lupi mannari (160 pt)
  • faraone (145 pt)
  • necromante con cura e bane chant (85+15+15 pt)
Mi sono trovato contro gli elfi di Andrea, nel tavolo a fianco le salamandre di Pierpaolo si scontravano contro gli altri elfi, quelli guidati da Luca.
Andrea ha schierato:
  • truppa di cavalleria Stormwind (140 pt)
  • reggimento di guardia di palazzo (150 pt)
  • 2 truppe di arcieri (2*115 pt)
  • 2 reggimenti di trent (2*125 pt)
  • re elfo con gatto (120+10 pt)
  • maestro cacciatore con gatto (90+10 pt)
La missione è la prima, la più semplice, “kill!”, ovvero bisogna semplicemente uccidere più nemici rispetto ai propri caduti. Basta un 10% di differenza per vincere, ovvero 100 punti.
Io schiero da sinistra a destra i revenant, le due orde di lancieri ed i luponi, dietro ci sono necromante e faraone.
Andrea invece, sempre da sinistra a destra, cavalleria, arcieri, trent, trent e arcieri. Dietro cacciatore e re.
Con i movimenti di avanscoperta i reggimenti di trent ed il cacciatore avanzano nell'area boschiva.
Andrea vince per iniziare ma preferisce farmi cominciare, perciò mio primo turno: avanzo con tutto lasciando i revenant dietro la copertura della staccionata, è controproducente avanzare troppo col rischio di farmi bloccare dalla staccionata senza che il nemico ne sia influenzato.
Primo turno di Andrea: anche gli elfi avanzano e sparano ai miei lancieri, per fortuna gli arcieri non vedono i luponi che già sentono l'aquilina in bocca.
Mio secondo turno: i luponi macinano gli arcieri mentre i miei lancieri si scontrano con i trent, i vegetali non mi piacciono... non posso zombizzarli.
Secondo turno di Andrea: la guardia di palazzo si scontra contro i luponi immobilizzandoli, ok ormai sono già morti ma almeno occuperanno le guardie ancora un turno, mentre al centro i due reggimenti di trent si chiudono sui lancieri insieme al re ma non riescono a farli crollare.
Mio terzo turno: i revenant caricano sul retro i trent facendone legna da ardere mentre i lancieri non riescono a uccidere il re elfo. L'altra orda di lancieri si allinea all'altra.
Terzo turno di Andrea: come da copione le guardie di palazzo riescono a finire i luponi mentre al centro si uniscono alla mischia i cavalieri.
Mio quarto turno: direi niente novità, avanzo con i lancieri a destra per prendere la copertura mentre riesco a stordire i cavalieri senza distruggerli.
Quarto turno di Andrea: anche per Andrea turno inconcludente, da segnalare l'uso dei gatti di entrambi i suoi eroi sul mio faraone per un'unica ferita.
Mio quinto turno: i miei revenant riescono a trucidare i cavalieri mentre il resto del fronte elfico regge.
Quinto turno di Andrea: le guardie di palazzo riescono a distruggere l'orda di lancieri avanzando ancora verso le mie file.
Mio ultimo turno: ovvero il turno sfortunato... riescono ad uccidere il re elfo impattando sui trent che si salvano solamente grazie ad un doppio 1 sul test di morale mentre i revenant riescono ad infliggere un'unica ferita agli arcieri.
Ultimo turno di Andrea: mi carica con tutto quello che ha a disposizione i lancieri distruggendoli.
Purtroppo faccio un bel 1 per vedere se giocare il settimo turno... per cui finiamo con un bel pareggio! 530 a 510.
Non si combatte bene contro i vegetali... l'ho già detto?

Unità partita sicuramente la guardia di palazzo!

giovedì 18 febbraio 2016

Old Team

L'idea di ridipingere i miei vecchi marines ha per lo più lo scopo di poterli riutilizzare. Per questo scoloro quelli con la livrea di cui ne ho meno in favore di quelli di cui ne possiedo di più, ovvero ho già ridipinto i dieci Ultramarines ed ora sto passando pian pianino a ridipingere tutti gli Angeli Sanguinari, sempre in favore degli Angeli Oscuri.
Questi cinque sono in realtà quattro modelli di plastica direttamente dalla scatola base della seconda edizione di Warhammer 40.000 ed un modello con l'arma pesante in metallo sempre della stessa edizione. All'epoca i marines con un arma pesante avevano dei rinforzi aggiuntivi alle gambe per compensare l'uso dell'arma pesante da spalla, negli anni non solo sono spariti i rinforzi ma tutte le armi vengono imbracciate normalmente.
Dovendo fare un lavoro omogeneo, più o meno, con i lavori passati ho dipinto tutti i simboli a mano libera cercando appositamente di farne ognuno diverso.
Sulla sinistra da sempre dipingo il grado, concetto e disegno preso da Starquest anche se li erano sui polsi o sull'elmo. Li ho sempre dipinti sullo spallaccio in quanto decisamente è uno spazio più grande e di facile visione dall'alto.
Sulla ginocchiera sinistra c'è sempre la banda rossa della 3° compagnia.
Prossimo progetto altri due MVP dal kickstarter di Dreadball Xtreme, ormai li sto esaurendo.

Dipingere un paio di personaggi mi permette di essere un po' veloce nel terminare un progetto e di pensare già a quello dopo.

domenica 7 febbraio 2016

La legione penale

Ho terminato la mia squadra della legione penale, anche se sto ancora litigando con lo smartphone le foto cominciano finalmente un pelo a migliorare (anche se non tutte).

I modelli dei prigione di Dreadball Xtreme sono perfetti! Tutti, o quasi hanno, una sorta di grande lama nella mano destra, un bel collare esplosivo sul collo e la mano sinistra libera pronta per tenere in mano un'arma. Per i due ragazzoni ho recuperato due PIAT mentre per gli altri delle SMG, tutte queste armi arrivano dagli avanzi dei miei inglesi della seconda guerra mondiale.
Sebbene li abbia montati su basette quadrate possono ancora essere utilizzati anche per Dreadball, ed ecco gli striker.

I Jack.

E le guardie.

Grazie a questa colorazione non solo ho un team pronto per essere usato in moltissimi giochi, compresi i vari regolamenti posto-apocalittici, ma mi ha anche aiutato a decidere se è meglio un'armatura grigia o una più bianca.

Decisamente una bianca!


Prossimo progetto ridipingere un piccolo team di 5 Space Marines dritti dritti dalla seconda edizione di Warhammer 40.000, sto continuando con calma il mio progetto di riconversione dei mie pochi Angeli Sanguinari in Angeli Oscuri o altro.

lunedì 1 febbraio 2016

light-box

Per provare a migliorare le mie foto dei modellini che dipingo mi sono deciso a crearmi la mia “light-box” un po' alla “Art-Attack”.
Primo passo: prendere una scatola!

Tagliare le parti in eccesso.

Disegnare la finestra da dove entrerà la luce, io l'ho pensata alla sinistra.

Aprire la finestra!

Posizionare sullo sfondo un foglio stampato con gradazioni tra il bianco e l'azzurro, ritagliarlo se necessario affinché ci stia.
Io ho aperto un foglio di World ed ho inserito un rettangolo grande quanto il foglio, quindi gli ho impostato come riempimento i due colori.

Colla vinilica, fatto?

Ok adesso la parte “difficile”, recuperare uno straccio bianco pulito e qualcosa per bloccarlo alla scatola.

Fatto!

Posizionare il modello,e magari anche un piano colorato come ho fatto io, e fotografarlo!

E questo è il risultato “ritagliato” dai bordi.

Non male per essere la mia prima prova!

Ok magari mi preparerò più piani colorati o più sfondi, però sembra quasi funzionare.