lunedì 26 dicembre 2016

Luriel the sacred fist

Ho terminato il mio primo modello in 54 mm, Luriel the sacred fist, della Andrea Miniatures.
Se ricordate l'ho vinto questa primavera al concorso di pittura della mia associazione come Mastro pittore 2015-2016.
Ho optato per uno schema di pittura che ricordasse la mia fratellanza, quindi vesta rossa con bordi blu scuri e mantella bianca. Ho dipinto a mano libera un flor de lis sullo scudo perché mi pareva che la superficie fosse troppo vuota mentre tutto il resto o è acciaio o è cuoio, per questo motivo ho giocato un pochettino con le tonalità per rendere un pelo più gialle le maniglie dello scudo rispetto al legno. Stesso discorso per la pergamena sull'armatura ed i due voti applicati con la cera lacca, anche qui ho giocato con le tonalità per ottenere varianti dello stesso colore (il bianco).
Non ho voluto prendermi una base scolpita o lavorarci troppo perché il modello non mi piace tantissimo, anzi sono abbastanza deluso dal modello in se.
In primo luogo è molto statico ed essendo tutto in metallo è molto pesante. Gli incastri tra le varie parti potevano essere fatti molto meglio visto che in questa scala stiamo parlando di dimensioni praticamente doppie rispetto al mio più abituale 28/35 mm. Sebbene le parti siano più corrette dal punto di vista della scala e quindi il modello risulta più equilibrato e bilanciato, mi aspettavo un livello di dettagli decisamente migliore.
Mi spiego meglio con un esempio, lo scudo: l'interno è perfetto! È stato scolpito non solo asse per asse, ma anche le varie vene del legno ed i manici hanno i chiodi che li affrancano al legno. Tutt'altra storia è l'esterno, praticamente piatto! Vero ci sono i chiari segni del combattimento e quindi è tutto storto e crepato in un punto sul bordo, ma se non avessi abbozzato un simbolo sarebbe stato un vero spreco di spazio.
Ora questo modello l'ho vinto e siccome dipingo tutto l'ho voluto dipingere comunque anche per rendermi conto in prima persona cosa volesse dire dipingere un figurino del genere. Sicuramente chi è più avvezzo di me con le tecniche pittoriche e ama dipingere figurini trova in questa scala molti spunti interessanti, ma citando Erodoto: questa non è uva per me!
E sono convinto che con la tecnologia odierna, mi riferisco alla modellazione 3D, ci sono modelli molto più interessanti in 28-35 mm che costano dai 10 ai 25€ contro quelli in 54 mm che partono dai quasi 25€ ai 35€.

martedì 20 dicembre 2016

Primi Blizter

Ecco i miei primi cinque Bauhaus Blitzer!
Si come dicevo i modelli sono quelli dei miliziani in plastica a cui ho cambiato la testa, la scelta è stata fatta prima che uscissero i nuovi modelli in resina ma anche oggi confermo la scelta.
Rispetto alla primissima illustrazione questa mia versione ha il volto scoperto.
Oltre alla testa ho anche modificato lo zaino, alleggerendolo dagli orpelli appesi.
Ecco un confronto diretto Blitzer rispetto ad un miliziano.
Sono soddisfatto del risultato, si vede immediatamente che fanno parte della stessa armata ma che sono differenti, anche da una certa distanza si comprende bene la distinzione tra i due modelli.
Prossimo progetto, il progetto invernale di quest'anno! Mi cimento con il mio primo modello in 54 mm, riuscirò a finirlo in queste vacanze?

lunedì 19 dicembre 2016

Skyforge review

Skyforge viene definito un fantasy/sci-fi, insomma quello che quando ero fanciullo era semplicemente fantascienza, dove su un pianeta lontano lontano impersonifichi un immortale nella sua ascesa al rango di divinità.
Sebbene da quando ho iniziato il gioco ad ora che lo abbandonato le meccaniche siano drasticamente cambiate, quello che non è cambiato che è si comincia con una classe a scelta e si può sbloccare e crescere in tutte le altre classi a disposizione (e sono un bel po').
Per questo motivo il gioco non permette di avere più personaggi, ne hai uno punto!
L'aspetto esteriore è solamente esteriore, sebbene si possa cambiare a piacimento in quanto ogni classe sblocca due costumi mentre altri sono a dati da eventi più o meno gratuiti.
Ogni classe ha una propria arma che cambia in automatico quando cambiamo classe mentre il resto dei gioielli e delle pietre sono comuni a tutte le classi.
Il gioco ha tre possibili: missioni singole da uno a tre giocatori, missioni singole più complesse da cinque giocatori (non uno meno e non uno di più), aree aperte per moltitudini di giocatori e aree PVP tre contro tre o dieci contro dieci. Ho provato tutto tranne il PVP perché non sono interessato e devo dire che giocato in modalità storia è molto carino, altrimenti diventa molto ripetitivo.
Problema? La missione per completare il primo step per accedere alla divinità è contro la divinità della morte Tanatos, non hanno nemmeno usato un nome di fantasia come il resto delle divinità. Fin qui niente di male MA quando Tanatos prende la forma divina non solo non puoi nemmeno prenderlo di mira e non puoi vedere quando ti prende di mira, ma o ti schiaccia a terra o di toglie il pavimento da sotto ai piedi facendoti ricominciare tutto da capo.
Il tutto fa perdere la poesia...
Non esiste possibilità di crafting e salire nelle varie classi è estremamente semplice.

Voto 5/10, poteva essere un giocone ed invece è un pay-to-win senza mezza misure.

domenica 11 dicembre 2016

La dipartita del soldato Mc Kenzie

Per santa Lucia abbiamo giocato una partita a Pulp Alley a tre giocatori, oltre a me gli altri due (Mimmo con i suoi angeli e Andrea F. e le sue Charlie Angels, troppi angeli!) dovevano recuperare l'ultima giornata per cui l'abbiamo rigiocata. Per quest'occasione io ho modificato la Cobra Carrier per non usare i miei punti gear (ricordo 4 punti gear partendo da una coupe):
Size 3
Passengers 4
Reliability 1d8
Light gun (hull mounted, death ray)
Light armour
Reinforzed
Ho anche speso ben tre punti contact per dare al mio leader Danger Sense, usato una volta sola ma almeno usato, e tre punti backup per prendermi uno shooter di terzo livello (standard) con queste caratteristiche:
Privateer Mc Kenzie
Brawl 2d6 Shoot 4d8 Dodge 3d8
Might 2d6 Finesse 2d6 Cunning 4d8
Ricordo che la missione era questa:
Plot Point
Il Vecchio Marinaio (Plot Point Maggiore): senza fissa dimora, quasi cieco e decisamente pazzo, il Vecchio Marinaio è l’unico sopravvissuto che ha visitato l’Isola. Da qualche parte nei meandri della sua mente impazzita risiedono gli indizi per scovare Lord Darrow.
Speciale: Nascosto – questo plot point non viene piazzato sul tavolo finché non viene scoperto utilizzando le regole della “Caccia all’Uomo”
Caccia all’Uomo (Plot Point vari): trovare il Vecchio Marinaio richiede una notevole dose di indagini e di fortuna. Dopo un primo giro di investigazioni vengono individuate cinque locazioni da perlustrare.
Quando un giocatore completa uno di questi Plot Point si peschi una carta Ricompense normalmente. Se si pesca la carta +1 XP allora si sarà scoperto il Vecchio Marinaio, in caso contrario, si scoverà un indizio utile e la ricerca continuerà
Carte Ricompensa: quando si pesca una carta ricompensa dopo aver completato un Plot Point:
– rimuovere la carta +1 XP (Vecchio Marinaio) dal mazzo se non si è almeno completato un altro Plot Point
– deve esserci una (solo una) carta bianca nel mazzo ogni volta che si pesca. Questa carta rappresenta falsi indizi.
– nel caso venga pescata la carta bianca, la si rimetta nel mazzo e immediatamente si piazzi un nuovo segnalino Plot Point sul tavolo all’interno dello stesso edificio. Esso NON può essere piazzato entro 6” da un amico.
Risorse dello Scenario
Si utilizzino normalmente le proprie risorse per questo scenario. Ogni giocatore riceve anche 4 punti per l’acquisto di un veicolo/i tra i seguenti disponibili (Vedere Supplemento Veicoli. Ciascun giocatore deve provvedere al proprio modello da utilizzare):
Motorcycle
Coupè
Sedan
Pickup
Set-up dello Scenario
Ogni giocatore tirerà 1d10 per gli eventi casuali dello scenario.
Terreno: questo scenario viene giocato su di un’area di 120 x 180 cm. Sul tavolo verranno piazzati 1d6+6 terreni identificando in maniera precisa le aree pericolose. Il centro del tavolo dovrebbe essere composto da case, negozi e altri edifici. Un’area con un molo o comunque acqua potrebbe essere inclusa.
Marker dei Plot Point: i plot point di questo scenario sono già presenti sul tavolo e rappresentano gli elementi scenici di seguito descritti. Per quanto possibile si dovrebbe poter giocare all’interno. Si piazzino così dentro ciascuno un segnalino plot point indicando così uno specifico punto dell’edificio. Questi segnalini rappresentano 5 locazioni dove potrebbe trovarsi il Vecchio Marinaio e che si sa frequenta abitualmente:
– “The Game’s Rebels Lodge”
– Chiesa Cattolica del Sacro Cuore
– “The Rusty Rabbit Tavern”
– “McGrew’s Royal Apothecary”
– “Afet’s Rare Tome”
Tutti gli edifici sono terreni pericolosi che diventeranno estremamente pericolosiappena qualcuno al loro interno utilizzerà per qualunque motivo una abilità di combattimento (Brawl o Shoot) oppure ancora piazzerà un Burst di qualunque tipo. Ogni Plot-Point è estremamente pericoloso.
Qualora un personaggio che controlla un Plot Point dovesse in qualche modo perderne il controllo, esso tornerà all’interno dell’edificio da dove proviene piazzandolo non entro 6” da un altro personaggio e in caso non fosse possibile il più lontano possibile da qualunque personaggio.
Iniziativa: ogni giocatore tirerà 1d6 per determinare l’iniziativa. Il giocatore con il risultato più alto controllerà l’iniziativa come di consueto.
Schieramento delle Leghe: i giocatori si alternano a schierare un personaggio alla volta finché tutti verranno schierati. Un personaggio può essere piazzato ovunque sul tavolo ma non all’interno di un edificio o entro 6” da un plot point o da un nemico.
Limite di Turni: alla fine del sesto turno, il Vecchio Marinaio verrà colpito da una pallottola sparata da un misterioso assassino, facendo così terminare lo scenario.
Ricompense
Oltre alle ricompense per il controllo di un Plot Point così come indicato sulla carta ad esso collegata, la banda che vincerà potrà aumentare di un livello il proprio dado iniziativa nel prossimo scenario.
Oltre a questo ciascuna delle bande partecipanti riceverà un punto casuale in una delle risorse possibili.

Gli edifici con i plot point sono quelli con le frecce, non ho fatto le foto dello schieramento ma in basso a sinistra c'era il mio Cobra Carrier guidato dal dott. Watson e Super Gatto come mitragliere, al centro in basso il tenente Norris ed in alto al centro il Capitano Marduk a coprire il campo con il suo fucile. Il Sergente Stallion entrerà al secondo turno.
Primo turno: il primo plot point sicuramente non sarà il principale, per questa ragione lascio al solo soldato Mc Kenzie entrare in un edificio alla ricerca del vecchio ma viene fermato dalla porta pericolante che si smonta di fronte agli occhi increduli del poveretto che si ritrova chiuso fuori. Il resto cerca di ingaggiare sparando alle due bande nemiche. Solo le Charlie Angels entrano di prepotenza (picchiando e rendendolo estremamente pericolose due case su tre) nelle case più vicine ma nessuno prende ancora un plot point.
Secondo turno: mentre le altre due bande se le danno di santa ragione (tra angeli...) distruggendo una macchina corazzata e partecipando ad una rissa tra i sopravvissuti, una gang angelica ed il sidekick degli angeli, le tre Charlie's Angels prendono i loro plot trovando anche il principale (in basso a sinistra). Io cerco di picchiare un po' a destra ed un po' a manca mentre il mio soldato Mc Kenzie non riesce a prendere il suo plot. Allora il capitano entra velocemente in chiesa per prenderne il plot point in una sortita.
Terzo turno: ormai il gioco si può dividere in quattro zone: il mio soldato Mc Kenzie che cerca di portarsi a casa il plot point E di sopravvivere, il capitano Marduk che spara ovunque ce ne sia la possibilità, il tenente Norris ed il sergente Stallion che danno la caccia ad una delle Charlie's Angels per prenderle il plot point ed infine il medico e Super Gatto che cercano di sopravvivere malamente alle altre due angiolette di Charlie. Per questa ragione pubblico le foto in sequenza non essendoci grandi cambiamenti in tre turni.


Ultimo turno: finita la fiera il mio soldato Mc Kenzie riesci si a prendersi il plot point ma lo perde sotto la furia del sidekick angelico, che a sua volta cade sotto il fuoco incrociato mio e degli ally delle Charlie's Angels, in compenso il tenente Norris riesce ad abbattere la sua angioletta di Charlie e a correre in casa a recuperare il plot point abbandonato.
Vincono le Charlie's Angels con 4 punti, io secondo con 2 punti e Mimmo ultimo a 0.

Recupero quindi un tip ed un punto contact, raggiungendo reputazione 21 guadagno un ulteriore punto a tutto tranne che all'esperienza.
----
Solo due giorni prima il soldato Mc Kenzie, infiltrato Cobra nella guarnigione inglese di Giacarta, aveva inviato un dispaccio alla sede centrale indicando attività sospette della setta angelica e del trio di fanciulle meglio note come Charlie Angels.
Accorsi per investigare purtroppo il fato fu avverso.

Il capitano Marduk raggiunse il tenente Norris ed il sergente Stallion che stavano sorreggendo il soldato Mc Kenzie, una giovane promessa nei ranghi dei Cobra.
<Stai tranquillo soldato! Il dott. Watson arriverà a breve e ti rimetterà a nuovo.>
il soldato sorrise malamente bianco cadaverico per il dissanguamento ormai avanzato troppo qualsiasi possibilità di recupero, con voce tremante riuscì solo ad aggiungere
<Certo signore...> perse conoscenza immediatamente, e del dott. Watson e di Super Gatto ancora nessuna traccia.


Il capitano diede quindi l'ordine di trasportare il valoroso caduto alla base, quando finalmente arrivarono Super Gatto ed il dottore a piedi, erano stati derubati del carrier... Non era la perdita del mezzo, era il ritardo che aveva causato la morte del valoroso soldato che i nemici avrebbero pagato con sangue d'onore!

venerdì 9 dicembre 2016

Custodian guard

Ho partecipato ad un fast paint contest organizzato dal negozio Elysium di Bergamo dedicato alla Horus Heresy, per questo il soggetto è un custodian guard al quale potevi montare l'opzione arma che preferivi. Ho scelto la lancia, come tutti, perché sia il loro scudo che lo spadone sono enormi e personalmente avevo il timore che coprissero troppo il modello.
Nota personale sul montaggio: maledette braccia! O meglio maledetti progettisti che non hanno pensato a degli incastri, ci sono su tutti i particolari (aggancio del pennacchio all'elmo, tra le due metà del busto e tra la gamba singola ed il resto del corpo) ma le connessioni delle braccia sono completamente piatte.
Ok, questo permette di avere delle conversioni molto semplici, ma almeno un incastro sui gomiti potevano anche permetterselo...
Ho deciso di non usare colori metallici, ne tanto meno di seguire la pomposa colorazione oro-porpora delle guardie personali dell'Imperatore, quindi ho scelto per un bel rosso & bianco che avevo già sperimentato sul mio shield breaker con pennacchio e le frange di cuoio che coprono l'inguine di blu scuro.
Il modello è quasi completamente ricoperto di basso rilievi semplici da dipingere e quindi ho deciso di risaltare quest'ultimi al posto della forma precisa delle placche, scelta sbagliata ai fini della gara però personalmente mi garba. Il modello visto anche da una certa distanza, quella del tavolo di gioco, risalta bene.
Come molti modelli GW che vogliono essere gotici anche questo è ricoperto di gemme, dieci in totale, e per staccare dal rosso le ho dipinte in verde. Ho deciso di usare toni scuri per le gemme per non renderle punti luminosi, forse avrei potuto osare ma avrei dovuto scegliere un altro colore per l'armatura tipo un grigio con punti luminosi azzurri.

L'ultima foto è un WIP prima dell'ultimo controllo, a casa il giorno dopo mi sono accorto che mi era sfuggito un puntino grigio sul bavero...

domenica 4 dicembre 2016

Inizia la ricerca

Gli indizi raccolti parlano di un rituale per trasformare qualsiasi cosa in oro! Trovate anche la
formula per un possibile contro-incantesimo, meglio portare via tutto.
Da alcune mappe sembra che il professore abbia scelto il vecchio villaggio di minatori oltre la
foresta per eseguire il rituale.
Mezz'ora di cammino nella foresta e notate uno strano bagliore, avvicinandovi scoprite in una
raduna la statua di un maiale dorato Avvicinandovi riconoscete la statua dell'unica locanda del
villaggio, solo che non era in oro... il professore c'è riuscito!
Vi avvicinate per esaminarlo ed a sorpresa il maiale tenta la fuga!
Bisogna catturarlo prima degli altri, può aiutarvi a trovare il professore o in caso vendere un maiale
dorato dovrebbe far guadagnare parecchio.

Secondo turno 30SS
Si gioca senza master (verrà nominato un henchman come capo banda).
Si usano unità/regole dei primi 2 manuali.
Durata 5 round
Schieramento in linea 6" dal bordo (STANDARD)
Piante carnivore: Ogni giocatore piazza 1 token Pianta Carnivora da 50mm entro 6" dalla linea di
centro.
Le Piante Carnivore hanno Ht0, sono Severe Terrain e fanno 1/4/7 danni (si subiscono i danni
quando si entra in contatto col token).
Ogni modello che finisce il suo movimento/spinta entro 3" dal token deve fare un test TN 15Wk o
esser spinto in contatto di base col terreno.
Se una esplosione (blast) è messa sul token lo si scarta.
MISSIONE PRINCIPALE
PRENDI IL MAIALE!
Ad inizio partita viene messo in mezzo al campo la miniatura del maiale dorato (base 30mm).
Il maiale fa parte di entrambe le squadre, ogni turno entrambi i giocatori potranno attivare 1 volta il
maiale come se fosse membro della propria squadra.
Dalla fine del secondo turno chi possiede 2 unità in contatto di base col maiale d'oro guadagna 1VP.
MISSIONI SECONDARIE (bisogna sceglierne 2, non vanno necessariamente rivelate)
1) A line in the sand: a fine partita si fanno 2VP se si possiedono 4 scheme marker sulla linea
centrale. Se si dichiara questa missione ad inizio partita si può fare 1VP addizionale se si
possiedono almeno 2 scheme marker sula linea centrale.
2) Bodyguard: bisogna scegliere un modello non-Leader Henchman o enforcer che deve essere
protetto. Se la squadra non ha Henchman o enforcer può scegliere il modello col costo più alto.
Dalla fine del quarto turno si può rivelare la missione, la squadra guadagna 1VP se il modello è ad
almeno 8" dalla sua deploy zone. Se a fine partita il modello è in gioco con più della metà delle
ferite si guadagna 1VP aggiuntivo.
3) Entourage: ad inizio partita bisogna scegliere un master o henchman. Se a fine partita il modello
scelto è nella metà campo avversaria fa 1VP, se è nella deploy nemica invece ne guadagna 2VP. Se si
rivela ad inizio partita questa missione e si ottiene almeno 1VP se ne guadagna 1VP aggiuntivo.
4) Take Prisoner: bisogna scegliere un modello nemico, se a fine partita si ha almeno un modello
non-Peon ingaggiato in corpo a corpo col nemico scelto si guadagnano 2VP. A fine partita se non ci
sono altri modelli nemici entro 3" dal nemico prescelto ed il modello nemico è ingaggiato da un
solo modello non-Peon si guadagna 1VP aggiuntivo.
5) Spring the trap: può essere rivelata alla fine di un qualsiasi turno. Rimuovi tutti i propri scheme
marker entro 4" dal leader nemico. Si guadagnano 1VP per ogni marker tolto fino ad un massimo di
2VP. Quando si attiva questa missione, se si fa almeno 1VP e si possiedono meno modelli del
nemico si guadagna 1VP addizionale.
NB: Se il maiale muore non si possono più fare punti vittoria con la missione principale.
---
Detto questo, sapendo di giocare contro Pierpaolo che gioca sempre la “Latigo Posse”, sebbene tentato di provare un'orda di ronin ho optato per mantenere i Freikorps ed ho quindi giocato (in ordine nella foto, ovviamente non sono i modelli "giusti"):
  • Hannah (0 SS, scorta 3 SS)
    • Accorrere (2 SS)
  • Lazarus (10 SS)
  • Librarian (7 SS)
  • Trapper (6 SS)
  • Freikorpsmann (5 SS)
L'idea è di testare quando Lazarus possa essere usato come bastione mentre il resto deve lavorare un po' in concerto anche se nessun pezzo ha bisogno di un altro. Anche per questo motivo decido di scegliere come missione secondaria A line in the sand (dichiarato) e Spring the trap.
Come potete vedere il campo è molto boschivo con molte coperture leggere e terreni diffici con al centro il maiale dorato, scegliere un lato del campo è quindi solo formale essendo quasi speculare. Purtroppo ho dimenticato di fare la foto allo schieramento ma semplicemente il Trapper quasi a metà campo in un boschetto con un buon arco di vista e poi dal basso verso l'alto (nel senso della foto) Hannah, Librarian, Lazarus ed il Freikorpsmann.
Primo turno: il pistolero latigo avanza oltre le sue linee praticamente solitario perché il resto della sua banda cerca di proteggersi dalle piante carnivore e quindi subisce il mio fuoco, del mio Trapper, che lo uccide con un paio di colpi ben piazzati. Porto il maiale nella mia metà così che quando lo muove Pierpaolo è obbligato a caricarmi e la mia Librarian lo prende nelle sue amorevoli braccia.
Secondo turno: non riuscendo a colpire il suo sniper lo carico con il mio Freikorpsmann ferendolo duramente, dall'altro lato il mio Trapper riesce a ferire il pistolero con la pistola a ripetizione dei messicani ed a piazzare un token. Hannah torna indietro tenendo fermo il maiale. 1-0 per me.
Terzo turno: il mio Freikorpsmann finisce il cecchino messicano mentre Lazarus apre il fuoco sul nonno folle con la dinamite facile. Il resto è la ripetizione del turno precedente. 2-0.
Quarto turno: il mio Trapper riesce a piazzare un colpo e anche un altro Token pronto per riceve la carica del leader della Posse. It's a trap! Purtroppo sono in maggioranza numerica ma sono comunque altri due punticini. Lazarus riesce a finire il nonnetto e a sopravvivere al vendicativo pistolero messicano mentre il mio Freikorpsmann piazza un altro Token a metà campo. 5-0 per me.
Ultimo turno: il pistolero messicano riesce a distruggere Lazarus solo per essere sbranato dalle piante carnivore, il mio Trapper scappa dalla mischia e piazza un altro Token seguito a ruota dal Freikorpsmann. Vinco quindi 9 (4 dalla principale, 3 da A line in the sand (dichiarato) e 2 Spring the trap) a 0.

Due i fattori della vittoria stracciante: l'aver portato subito il maiale nella mia metà campo e la grande sfortuna con le carte di Pierpaolo.

sabato 3 dicembre 2016

Gli Skorza avanzano!

Aumenta il numero degli Skorza Skirmisher dipinti!
Per differenziarli un po' li ho dipinti con la pelle nera, quindi ho preferito usare meno lacci di cuoio scegliendo il blu di prussia anche per quelli lasciando solo le cinture e le borse in cuoio. Sebbene decisamente più cupi aiutano a creare contrasto visivo nelle mie truppe, e la cosa mi piace assai!
E si avete notato bene, le pose sono leggermente diverse rispetto ai primi tre! Ho sempre dipinto uno per tipo di armamento ma c'è una versione statica ed una dinamica per ogni equipaggiamento.

È ora di ritornare ai miei Bauhaus con le prime modifiche per creare le truppe speciali, o meglio per creare differenziazione tra le mie truppe!

venerdì 2 dicembre 2016

Mare Nostrum

Ho provato Mare Nostrum anche se non siamo riusciti a terminare la partita.
In pratica il gioco è un asimmetrico storico da due a cinque giocatori (nella versione base, l'espansione permette un sesto giocatore) che si contendono terra, risorse ed eroi tra le civiltà romana, greca, babilonese, egizia e fenicia-cartagginese.
Particolare la gestione delle risorse, per comprare qualsiasi cosa devi avere un certo numero di risorse diverse tra loro (qualsiasi cosa) oppure lo stesso numero di monete, il problema è che a fine turno puoi tenere una scorta di fino a due monete e tutto il reste se ne va in fumo!
Le varie civiltà vengono poi caratterizzate dall'eroe iniziale e dalle risorse iniziale nelle tre province destinate come partenza per quella civiltà (nella foto sopra).

Unico dubbio è che mi pare che il viaggio via mare delle truppe sia un po' troppo veloce, soprattutto perché le regioni marine sono più grandi delle regioni terrestri e che le navi sono di fatto un ponte a tempo zero... a meno che abbiamo applicato male il regolamento ed essendo la prima prova non posso escluderlo.

giovedì 1 dicembre 2016

Death Angel

La Death Angel era il veicolo della fratellanza nella prima edizione di Warzone.
In pratica un quad come il Necromower degli Wolfbanes con un grosso mitragliatore sul fronte ma era guidata solo da inquisitori (di tutti i gradi), rendendolo un pezzo estremamente costoso, e l'angelo di pietra alle spalle del conducente aveva la simpatica funzione di attirare il 50% dei colpi (anche da esplosione) salvando miracolosamente sia il mezzo che il pilota (all'epoca si poteva mirare al pilota).
Rispetto al disegno da cui questo modello ha preso forma, questo veicolo si presenta decisamente più pieno e pesante mentre dall'illustrazione pare quasi una buggy più leggera e scoperta. Il concept originale prevedeva tutte le strutture rosse e l'inquisitore nero e rosso, ma mi sono accorto che l'inquisitore è quasi completamente “rosso” quindi ho adottato un blu al posto del solito nero bluastro per farla risaltare.
L'angelo l'ho dipinto pensando all'arenaria, tanto non è questione di materiale ma di potere infuso dai mistici. Sia da questa foto che da quella dal fronte si può notare come le ruote siano errate, o meglio il treno di destra sono inverse a quelle di sinistra ma vi assicuro che i due pezzi sono ben marcati “destra” e “sinistra” ed infatti il resto degli incastri funzionano bene.

Non l'ho imbasettato perché nella basetta con il bordo da 50 mm tocca appunto il bordo, quindi per ora che non ha regole per l'attuale edizione è meglio lasciarlo così com'è e al massimo potrei imbasettarlo in futuro con una base completamente piatta (magari in mdf).

mercoledì 30 novembre 2016

Il mio primo Shield Breaker

Ecco a voi il mio primo Shield Breaker, specialista dei Goritsi di Wrath of Kings.
Questo modello mi ha soddisfatto parecchio, sono riuscito a fare l'armatura esattamente come la volevo! Alla prima mano di rosso cremisi ho dato una mano di inchiostro marrone per cui sono riuscito a sfumarlo meglio fino al rosso vivo senza dover usare l'arancio.
Per dare stacco le bordure e i ghirigori sugli spallacci ho usato il bianco osso, al solito le vesti sono partito dal blu di Prussia schiarendolo man mano. Bronzo per la caldaia (o simil tale) sulla schiena e marrone il resto delle parti in cuoio.
L'armatura di questo modello è molto “sbilanciata” superiormente, copre praticamente fino alla cassa toracica lasciando scoperto il resto.
Prossimo progetto un modello del 1996 completamente in metallo, l'ho pesato: 299 grammi!
Un quad della fratellanza con un bel mitragliatore pesante ed un angelo attira colpi sul retro.

sabato 5 novembre 2016

La vera chiave

Seconda giornata della mini campagna di Warzone (edizione 1.6, finiamo con l'edizione con cui l'abbiamo iniziata)!
Ecco l'introduzione narrativa e la missione, ispirata chiaramente a Warmachine!
----
<Forza svelti!> urlò il sergente mentre i suoi uomini lo seguivano correndo tra i corridoi di servizio infestati da rampicanti e macerie. Avevano scoperto che il ritorno del clan Hunter fu graduale, soprattutto dovuto al lungo tempo di incuria e quindi i tecnici imperiali hanno dovuto disboscare e ristrutturare tutto l’insediamento. Nessuno degli uomini stentava a crederci ora che doveva farsi strada con il macete tra liane e felci giganti!
I tecnici ci misero anni a risistemare tutto, per questo il secondo abbandono sembrò casuale, eppure fu pochi giorni dopo aver cominciato i lavori per riaprire l’ultima miniera… Ora era quindi questione di velocità: chi prima arriva prima arraffa! Sebbene ovattati dalla foltissima vegetazione si potevano udire in lontananza l’apertura delle paratie per i porti dell’asteroide. Le altre megacorporazione non volevano rimanere escluse, o forse erano solo qualche altro imperiale che voleva coprire la verità.
----
Tavolo: tra colli e boschi qualche edificio in rovina, minimo due piazzati con il centro a 12” da uno spigolo (tra loro i due edifici saranno opposti).

Schieramento: entrambi i giocatori entro 6” dal bordo.

Obbiettivi: due obbietti al centro di un edificio in rovina precisamente a 12” da due bordi, tra loro i due obbiettivi sono agli opposti. Ogni giocatore deve difendere il proprio obbiettivo dal nemico e conquistare l’obbiettivo nemico.

Vittoria: dal 4° turno in avanti vince chi ha un’unità a contatto con l’obbiettivo nemico e nessuna unità nemica entro 6” dal proprio obbiettivo. All’8° turno vittoria parziale se non ci sono nemici entro 6” dal proprio obbiettivo (è più importante difendere il proprio obbiettivo).

Avendo dovuto fare un tavolo a tre, dove tra l'altro ho giocato, ho dovuto ingrandire il tavolo a 180x120 cm per non giocare tutti ammassati (avrò fatto bene?), con tre obbiettivi: da un lato lungo hanno schierato due giocatori negli angoli in una strisci 18”x18” profonda 6”, il terzo schiera nel lato opposto con una striscia lunga 36” profonda 6” a partire dal centro del lato. Gli obbiettivi sono sempre a 12” dai bordi tranne quello del giocatore “centrale” che è a metà campo e entro 12” dal lato dello schieramento.
----
Io ho schierato:
  • Laura 180
    • Might of reckoning 5
  • 5 Valkyries 75
    • Might of reckoning 5
  • 5 Valkyries 75
    • Might of reckoning 5
    • AC-31 Cleasing Flametrower 5
  • 5 troopers 60
    • inquisitor 25
    • 2 x AC-19 volcano scoped 10
    • Might of reckoning 5
  • 5 troopers Cac 60
    • Might of reckoning 0
  • 5 Visionaries 80
  • mortificator 20
    • Might of reckoning 5
  • 1 Judicator 125
    • Levitation 10

E questo era il nostro bel tavolo! Alla destra l'oscura legione di Andrea Massei, a sinistra le forze speciali imperiali di Andrea Ferrandi mentre giocatore centrale io... Che fortunella!!

Ferrandi mi demolisce subito l'edificio del mio obbiettivo... E saluta la copertura pesante ed il muro che copre la vista! Ok punto tutto su picchiare l'oscura legione contro la quale posso ritirare i tiri per colpire mancati in corpo a corpo e a fare la missione corporativa segreta (la mia unità di troopers con l'inquisitore deve rimanere con almeno il 50% degli effettivi entro fine partita).

Primo turno: dal lato imperiale (sinistra), i miei troopers da corpo a corpo vengono spazzati via dal fuoco dei Blood Berrets ed il Judicator subisce tre ferite (una a tutto tranne che al motore). Dal lato legione invece mi concentro con più cattiveria e riesco a decimare le forze oscure falciando la nefarita e riducendo ad un membro una delle due squadre di necromutanti. Resistono le razide anche se dimezzate. Il behemoth ovviamente è eterno!

Secondo turno: dal lato imperiale praticamente non mi rimane nulla... provo a sporgere i due troopers con il fucile di precisione ma vengono falciati facendo un unico morto. Per mia fortuna tre membri sono sufficienti per completare la missione corporativa! Dal lato legione invece rimangono in vita solamente due necromutanti ed il behemoth

Ultimo turno: ahimè mi sono accorto che ho dimenticato la foto! Mentre gli imperiali raggiungono la vittoria facilmente io mi concentro nel distruggere gli ultimi due necromutanti (per mia fortuna il behemoth non si avvicina all'obbiettivo) ma fallisco miseramente e con un unico sopravvissuto mi contesta l'obbiettivo...
Ferrandi vince con 10 punti per la missione primaria, io faccio 5 punti della missione corporativa e Massei 5 punti sempre con la missione corporativa (il sergente McBride dei Blood Berrets doveva sopravvivere).
Nell'altro campo della campagna i Mishima di Fusto si sono scontrati contro i Cybertronic di Mario che sono stati stracciati 15 a 0 dai “mangia-riso” come se li chiama Fusto, ma io preferisco Power Rangers visto la sua colorazione degli Hatamoto!