lunedì 18 maggio 2015

Mortificator

Terminati i mortificator della mia fratellanza!

Questi modelli sono rimasti molto tempo sul mio tavolo di lavoro, un po' per via del trasloco ma anche per via del loro schema di colore!
I mortificator ricalcano molto bene i primi disegni di Mutant Chronicles, perciò mi è parso naturale dipingerli neri. Nei primi racconti erano descritti con il corpo ricoperto di pelle sintetica nera per aiutarli nel mimetizzarsi, vestiti con vesti nere e con armatura nera.
Quindi ho cercato di dipingerli con vari tipi di nero!
La pelle finita la fiera è decisamente grigia, ma almeno le vesti e i mantelli sono un bel nero! Le armature sfumano al blu come tutte quelle della mia fratellanza. Ho dipinto le lenti degli elmi di rosso, siccome sono molto incassate e il rosso risalta bene ho deciso di non provare a fargli punti di luce o altre peripezie.
Essendo un'unità di assassini dediti alla furtività, non ho dipinto insegne e quindi non è riconoscibile il comandante dai colori. Ho quindi deciso che è l'unico con due pistole.
Prossimo progetto l'ufficiale Sarah Anderson, un modello fantascientifico della Micro Art. Molto particolare come posa!
Ovviamente farà anch'essa parte della mia fratellanza!!

Deus Vult - il boardgame

Giornata dedicata ai giochi in scatola!
Il primo è un giochino italiano chiamato Deus Vult, come il wargame sempre italiano, in cui è rappresentata una battaglia alle porte di Gerusalemme durante la prima crociata.
In pratica è una specie di dama su un pannello esagonale, le pedine possono solo avanzare nelle caselle di fronte a loro e “catturano i nemici” esattamente come le pedine della dama “mangiano”.
I crociati, bianchi, partono dal loro accampamento e devono conquistare le porte di Gerusalemme, le tre caselle rosse, oppure uccidere tutti i mussulmani. Viceversa i saraceni, rossi, partono dalle mura e devono impedire la presa delle porte o uccidere tutti i cristiani.
Se non si riesce a cancellare il nemico dal campo ne a compiere la missione principale vince chi ha più “prigionieri”, ovvero le pedine catturate.
Cosa cambia rispetto alla dama oltre al tabellone esagonato?
Ambo gli schieramenti hanno 20 pedini e ne schierano 12 come vogliono nella loro zona di schieramento mentre 8 sono messe in riserva.
Iniziano sempre i crociati, lanci un dado sei ed il risultato sono i movimenti a disposizione per quel turno. Questi passi possono essere suddivisi in più pedine quindi se ad esempio lanci un bel 5 puoi muovere qualsiasi combinazione che vada da una pedina che si muove di 5 caselle a 5 pedine che si muovono di 1 casella.
Ad aggiungere pepe al gioco ci sono le carte! Ogni volte che lanci 4 o più peschi una carta, ce ne sono di due tipi: di fazione oppure di ambo le fazioni. Le prime hanno effetto solo se sono della tua fazione, ovvero se peschi una carta dell’avversario semplicemente questa non funziona, e permettono di :
  • far entrare una riserva nella propria area di schieramento
  • lanciare due dadi (sia per il numero di caselle che nelle sfide, vedi dopo)
  • prendere la propria pedina più avanzata e riportarla nella propria area di schieramento
Le sfide invece funzionano con uno spareggio di dadi e permettono:
  • chi vince toglie una pedina nemica dal campo
  • chi vince sostituisce una pedina nemica (uccidendola) con una propria dalle riserve
  • chi perde salta la prossima attivazione
Semplice, immediato e molto appassionante! Personalmente lo preferisco cento volte rispetto alla dama tradizione!
Ah si, ovviamente ho giocato crociate e ho vinto 16 a 12. Evidentemente Deus Vult!!

giovedì 14 maggio 2015

Torneo di Warmachine/Hordes 2015 - Storie fantastiche 2015

All'interno della premiazione del terzo concorso letterario della mia associazione “Storie fantastiche”, quest'anno abbiamo organizzato un veloce round robin a Warmachine/Hordes.
Volendo portare avanti il progetto secondario del mio partecipare al autostarter di Warzone, ho schierato la Fratellanza come protettorato di Menoth. Dopo aver scelto di voler schierare le figlie delle fiamme ho cercato quale fosse la lista tematica che le avesse e quindi questa è stata la mia lista:
Faction: Thyra - Black Widows
Casters: 1/1
Points: 35/35
Tiers: 4
Thyra, Flame of Sorrow (*6pts)
* Devout (5pts)
* Blood of Martyrs (9pts)
* Sanctifier (9pts)
Daughters of the Flame (Leader and 5 Grunts) (5pts)
Daughters of the Flame (Leader and 5 Grunts) (5pts)
Daughters of the Flame (Leader and 5 Grunts) (5pts)
Nicia, Tear of Vengeance (3pts)

Primo scontro contro i Cygnar di Andrea Massei:
System: Warmachine
Faction: Cygnar
Casters: 1/1
Points: 35/35
Captain Victoria Haley (*5pts)
* Lancer (6pts)
* Defender (9pts)
* Ironclad (7pts)
Black 13th Gun Mage Strike Team (4pts)
Trencher Commandos (Leader and 5 Grunts) (6pts)
* 1 Trencher Commandos Scattergunner (1pts)
Journeyman Warcaster (3pts)
* Charger (4pts)
La missione prevedeva tre bandiere sulla linea centrale, ci è toccato il tavolo realisticamente difficile (insomma quello bello bello ma proprio bello! Come se l'avessi fatto io). Vinco lo spareggio e decido di cominciare per primo per cui Andrea mi fa schierare nello scomodo fiume ma grazie alle mie figlie in posizione avanzate e ai 'jack che avanzano prima della partenza schiero una squadra al centro, una a sinistra e una a destra. Quella al centro è accompagnata da Nicia mentre quella di destra accompagna il mio battlegroup.
Andrea invece schiera (da sinistra a destra) i commandos, il suo battlegroup, il suo Journeyman e per finire il 13th nascosti dietro il ponte.

Mio primo turno: ovvero corri ragazza laggiù! Corri tra i lampi di blu! Anche se beneficio di un turno di furtività mi copro più possibile, non si sa mai contro i Cygnar.
Primo turno di Andrea: avanza anche lui ma senza correrre. I commandos si rendono conto di non poter colpire le mie figlie per via della loro furtività mentre il 13th manca miracolosamente Nicia. Lancia la feat di Haley che mi toglie manovrabilità a metà esercito
Mio secondo turno: le figlie infreddolite da Haley indietreggiano in posizione sicura mentre la bandiera a destra è mia! Nicia carica il 13th uccidendone due su tre (Andrea è molto felice di ciò!).
Secondo turno di Andrea: Nicia muore sotto l'attacco dell'ultima maga del 13th mentre il resto dei Cygnar avanza indisturbato verso le bandiere centrali (ma riescono a toccarne una sola). Haley prende possesso del mio Sanctifier spostandolo senza uccidere nessuna della mie figlie, una di esse cade sotto i colpi dei 'jack del cigno dorato. 1 a 1.
Mio terzo turno: come un'ondata di fuoco le mie figlie delle fiamme travolgono il 13th, il Journeyman (dopo aver distrutto il suo Charger) e quasi tutti i commandos! Arrivo perfino a insidiare l'odiata Haley! 2 a 1 per me.
Terzo turno di Andrea: i commandos si fanno sentire e con una granata e un colpo fortunato cancellano le mie figlie a sinistra. Il battlegroup del cigno cerca di chiudersi a protezione di Haley uccidendo altre figlie delle fiamme. 3 a 1 per me.
Mio ultimo turno: ormai l'odiata Haley è a un passo dalle mie iraconde figlie della fiamma che la caricano con la vendetta negli occhi e la lasciano a terra! Vinto per casterkill ma comunque un bel 4 a 1. Un turno e avrei vinto comunque ma l'occasione era troppo ghiotta... avrei potuto disingaggiarmi per chiudermi a riccio.
Seconda partita contro, ancora, i Cygnar ma questa volta quelli di Reduz:
System: Warmachine
Faction: Cygnar
Casters: 1/1
Points: 35/35
Commander Adept Nemo (*6pts)
* Ol' Rowdy (9pts)
* Stormclad (10pts)
* Squire (2pts)
Cylena Raefyll & Nyss Hunters (Cylena and 9 Grunts) (10pts)
* Captain Jonas Murdoch (2pts)
Horgenhold Forge Guard (Leader and 9 Grunts) (8pts)
La missione prevede due zone tonde al centro, controllate danno un punto, dominate dal caster due punti.
Ancora una volta vinco io la scelta e decido di cominciare per primo.
Io schiero il mio battlegroup a sinistra, Reduz schiera tutto centrale con i nani alla sinistra e gli elfi alla destra del suo battlegroup, quindi schiero quasi tutte le figlie della fiamma a sinistra tranne una squadra a destra. L'idea è di usare queste ultime come punzone sul fianco nemico cercando di sfruttare le coperture.
Mio primo turno: avanzo con tutto! Che strano vero? Praticamente già occupo entrambe le zone, ma si conteranno i punti dal secondo turno di Reduz. Indietro rimane solo la mia Thyra con il Devout a protezione.
Primo turno di Reduz: anche lui avanza con tutto, solo che più compatto rispetto a me! Con gli incantesimi mi uccide una figlia.
Mio secondo turno: carica! Mentre il mio battlegroup prende pieno possesso della zona a sinistra tutte e tre le squadre di figlie della fiamma caricano la fanteria nemica uccidendo quattro elfi e nove nani! Inizio a sinsigare anche Nemo.
Secondo turno di Reduz: il contrattacco Cygnar si fa sentire e due squadre sono quasi scomparse dal tavolo, in compenso si cominciano a contare i punti! 2 a 0 per me.
Mio ultimo turno: provo ad uccidere Nemo senza successo, quindi mi rendo conto che spostando il Sanctifier nell'altra area vinco... Per cui... 5 a 0 per me!
Ultima partita contro gli Skorne di Gusma sul tavolo bello:
System: Hordes
Faction: Skorne
Casters: 1/1
Points: 35/35
Makeda and the Exalted Court (*2pts)
* Basilisk Krea (4pts)
* Bronzeback Titan (10pts)
* Molik Karn (11pts)
* Titan Gladiator (8pts)
Paingiver Beast Handlers (Leader and 3 Grunts) (2pts)
Agonizer (2pts)
E tre partite su tre vinco lo spareggio per cui comincio per primo e schiero nel lato col fiume. La missione prevede due bandiere: dominare la propria da un punto, controllare quella avversaria un punto e dominare la bandiera avversaria due punti. Lo schieramento è praticamente il medesimo della prima partita. Tutti i miei avversari schierano molto compatti.
Mio primo turno: ovviamente corri ragazza laggiù perché è quello che sei dannatamente brava a correre! Cerco di rendere sicura la mia bandiera allargandomi ad ambo i lati per cercare uno spiraglio per prendere Gusma alle spalle.
Primo turno di Gusma: avanza anche lui coprendosi col bosco centrale sempre molto compatto.
Mio secondo turno: allargo il mio schieramento cercando la manovra a tenaglia. Non ho nessuna carica sicura e ingaggiare una bestia per ora non mi sembra fattibile.
Secondo turno di Gusma: avanza verso i miei due 'jack pesanti smontandoli ma sono ancora “operativi” anche se il Sanctifier è messo veramente male.
Mio terzo turno: carica! Ora o mai più, non sono nella posizione migliore a destra ma è al centro che la sfortuna si fa sfacciata... su dodici attacchi nemmeno uno ferisce minimamente il gladiatore...
Ultimo turno di Gusma: sfruttando la feat di Makeda trita tutto il mio esercito, caster compresa... perso per casterkill.
Con due vittorie ed una sconfitta mi posiziono secondo dietro a Gusma con tre vittorie ma davanti a Andrea con una vittoria e quarto Reduz con tre sconfitte.

Devo dire che il protettorato è un'armata interessante anche se la maggior parte delle truppe sono lente rispetto a quelle a cui sono abituato nella legione. Merita comunque di essere esplorato come armata, soprattutto perché la gestione in Warmachine è moooolto più semplice che in Hordes!

venerdì 8 maggio 2015

Swordman

Swordman è un gioco della Perfect World basato su un romanzo omonimo direi fanta-kung fu!
Avete presente i “film cinesi”? Bene, quello!
Potete impersonare un potente maestro di Kung Fu in una delle mitiche nove scuole cinesi e combattere i maestri di kung fu malvagi, belve feroci e banditi.
Il gioco, al di fuori delle missioni “della storia” è ripetitivo e si basa sulle gilde e sugli eventi, e quest'ultimi sono a mio parere il vero tallone di Achille!
Per poter accedere a tutto il gioco dovresti giocare tutto il giorno perché gli eventi sono sparsi per la giornata a orari fissi...
Se non fosse per questo piccolissimo particolare, di suo il sistema di combattimento è decisamente da “film cinese” con spade che sparano colpi ki, salti immensi, tecniche finali e differenti stili e arti perdute!
Oh si dimenticavo, c'è una piccola fregatura: lo spazio nello zaino è irrisorio se considerato la mole di robe che dovresti raccogliere per poter fare tutto... E ovviamente puoi fare tutto in contemporanea!
Quindi l'invito ad allargare lo spazio disponibile a pagamento è un pochino ovunque.
Il mio personaggio, Umbro, appartiene alla scuola Tong, in teoria artigli in pratica la scuola da tiro! Si perché in quegli artigli c'è il mondo, compresa una mitragliatrice gatling!

lunedì 4 maggio 2015

Alyana Heska AKA Elena

Finalmente, terminato il trasloco, riesco a riprendere in mano i pennelli!
Nella foga del bisogno, o meglio tra i tanti Kickstarter che mi sono finalmente arrivati, ecco tra tutti spiccare il crossover Zombicide e Wrath of the Kings, ovvero Alyana Heska AKA Elena.
Questo modello è fornito in due versioni (viva e semi-zombi) come tutti i personaggi di Zombicide dopo la prima espansione.
Come schema di pittura ho deciso di adeguarla alla mia Fratellanza ovvero nero che tende al blu con elementi bianco sporco e rosso sfumato all'arancio.

La maschera degli spiriti del fuoco è ovviamente rossa, così come le placche di bellezza sulla gonna, bianca la camicia e le bende sulle braccia.
I due modelli sono uniti a delle basi da 25 mm, ma siccome vorrei usarli anche per altri giochi li ho incollati su basette da 30 mm con i bordi curvi. Ho lasciato un colore nero asfalto riempendole di macerie e elementi avanzati dai miei inglesi della seconda guerra mondiale (pale e bisacce varie).
Alla versione semi-zombi ho sporcato molto di più la gonna logora per rimarcare il fatto che sia fisicamente caduta e rialzata.
Già che c'ero mi sono convito a cambiare basette anche ai miei cavalieri della compagnia della misericordia, mettendo anche a loro una basetta da 30 mm così da poterli usare anche in Warzone, Warmachine/Hordes e altri skirmish del genere.


Orbene, posso ritornare ai mortificator!